L’ISOLA DI SANTOJANNI

L’area archeologica dell’isola di Santo Janni è un sito di archeologia subacquea.

L’area si è rivelata ospitare il più grande giacimento di ancore e anfore di epoca romana del Mar Mediterraneo sinora esplorato.

 

Gli esemplari rinvenuti sono oggi esposti al museo di Palazzo De Lieto a Maratea.

Nel corso degli scavi archeologici sono stati inoltre riportate alla luce una serie di vasche in cocciopesto, di epoca romana, adatte alla macerazione del pesce utilizzato nella preparazione del “garum”, un famoso ingrediente tipico della cucina degli antichi romani, e una serie di vasche d’allevamento nella zona a sud dell’isolotto.

Tali manufatti fanno pensare a Maratea come uno dei più importanti “centri produttivi” di questo alimento di tutta la costa tirrenica.